Hai bisogno di aiuto? Contattaci al 0832.391633
icona telefono 0832.391633

Il tavolo e la sedia

separatore

Quando si tratta di sedie, elementi d’arredo più diffusi e comuni, si incorre spesso nell’errore di ritenere che la scelta all’acqusto possa essere semplice e immediata, mentre il più delle volte è vero l’esatto contrario: reali rompicapo anche per i progettisti più esperti, le sedute rappresentano sistemi complessi fondati sui delicati equilibri funzionali alla fisiologia umana, e bastano piccoli errori di valutazione in fase di studio per farne oggetti di tortura contemporanei. Sedersi è un’ operazione dinamica, che si compie distribuendo due terzi del peso corporeo su un’area più amplia possibile, sorretti da una piccola parte della superficie anatomica. Per soddisfere l’esigenza di ergonomia, e allo stesso tempo dare risposte concrete alle emergenti necessità d’ ingombri ridotti, la ricerca progettuale sperimenta prototipi e lancia sul mercato prodotti efficentissimi e belli da vedere, caratterizzati da piani d’appoggio numerosi e diversificati: sedili fortemente sagomati, confortevoli braccioli, schienali inclinati e poggiatesta orientabili sono tutti elementi strutturali che concorrono all’ottimale distribuzione del peso corporeo su una superficie estesa ma non eccessiva.

Lascia un commento